15 dicembre 2015

Metodo

È la somma che fa il totale.

I Decision Support System che si trovano attualmente sul mercato lavorano su base analitica,  e utilizzano strumenti statistici per fornire normalmente una risposta di tipo reattivo: data la situazione X l’azione da fare ora è Y.

In contesti complessi però, come le cosiddette Smart City, la gestione della sicurezza e di previsione del comportamento umano, ma anche in agricoltura ed altri comparti economici, questo tipo di approccio spesso si rivela inadeguato o insufficiente, perché non tiene conto di come il contesto si EVOLVE nel tempo, soprattutto negli scenari a risorse limitate.

Entrando nel dettaglio tecnico, la nostra scelta di utilizzare tecnologie semantiche e di intelligenza artificiale (AI) ci permette di definire strategie di comportamento e piani di azione che coprono tutto l’arco di tempo “sensibile” per il contesto specifico.

In sistesi:
noi diamo di più, perché siamo in grado di pianificare azioni davvero realistiche, contesto per contesto e, quasi sempre, ciò che il nostro sistema propone come prima azione da fare è diverso da ciò che un sistema di tipo reattivo propone come UNICA azione da fare.
Come diceva Totò: è la somma che fa il totale. La risposta più efficace è la combinazione di più azioni, distribuite nel tempo necessario.